Cercare lavoro in Germania

 A grande richiesta, ecco qualche consiglio di carattere generale (dato che non so in che cosa vi siete laureate) per chi sta cercando o pensa di cercare lavoro in Germania. In particolare per Sara e Laura ;-) Voi chiedete? E io vi accontento! J

 Ricordate però che sono consigli generati dalla mia esperienza personale, non sono un’esperta del settore, quindi prendeteli per quello che sono.

 

 In generale qui in Germania per noi laureati forse trovare lavoro è un pochino più facile che in Italia, ma purtroppo non facilissimo: anche io ho fatto due anni di stage dopo la laurea prima di trovare lavoro, quindi non abbattetevi alle prime porte in faccia, prima o poi qualcosa si apre e la gavetta, per fortuna, devono farla proprio tutti, ma è una gran bella palestra, quindi…rimboccarsi le maniche!

 

 Partiamo dal presupposto che, in quanto italiane in Germania, la cosa più furba da fare è puntare sul fatto che oltre inglese e tedesco voi parlate anche l’italiano…e siete addirittura madrelingua! Decisamente partite avvantaggiate se cercate lavoro in un’azienda internazionale, che abbia a che fare con l’Italia. Il mio consiglio, infatti, è di puntare soprattutto su aziende/agenzie o altro (in base alla vostra laurea) che abbiano clienti/filiali/partner o in generale contatti col nostro Bel Paese: sarete di sicuro favorite rispetto ai tedeschi.

 La buona notizia è che qui ci sono molte ditte di questo tipo. Io in particolare conosco Amburgo, dove posso segnalarvi: Montblanc (ci sono stata per un anno), Beiersdorf (quella di nivea, eucerin, labello, ecc…), Tom Tailor… Riguardo alle altre città purtroppo non sono così informata, ma la rete serve anche a questo, no?! O, ancora meglio, rivolgetevi al consolato italiano della città in cui vorreste lavorare, loro sapranno darvi indicazioni, per esempio, su quali ditte italiane hanno sede o filiali in quella città, o a chi ci si può rivolgere e altre cose utili.

 Per trovare il consolato italiano della città in cui siete basta cercare su google.

 

 Inoltre sul sito della camera di commercio italo-tedesca (www.itkam.org/it/) c’è la possibilità di inserire il proprio curriculum e venire contattati dalle ditte interessate; io così ho trovato un lavoretto serale in più come traduttrice di un sito in italiano mentre facevo uno stage. Su google trovate anche il sito della camera di commercio.

 

 Per Sara: se hai già lavorato all’ambasciata italiana, potresti provare a candidarti al consolato italiano di Amburgo, trovi tutti gli indirizzi e le info sul sito, basta che su google digiti "consolato italiano Amburgo" e ti esce subito, ma non so con che modalità assumano o se ci sia un concorso statale per entrare…

 

 Non so se conoscete le norme per creare un CV secondo il modello tedesco (chiaramente diverso da quello italiano), ma vi rimando al prossimo post per questo (magari anche con qualche consiglio su un eventuale colloquio), se no qui diventa troppo lungo.

 

 Se avete altre domande chiedete pure, spero di potervi aiutare.

 

 Spero di esservi stata utile in ogni caso.

 In bocca al lupo!

TAGS